[#losapevate? #你们知道吗?] Perché i cinesi non si radono il capo dopo capodanno

Che i cinesi siano un popolo ricco di tradizioni popolari è risaputo, soprattutto per il periodo del capodanno cinese.

capelli

Tra esse, ce n’è una veramente particolare e soprattutto molto diffusa in tutta la Cina, anche tra le giovani generazioni: quella di non tagliarsi i capelli per tutto il primo mese lunare del nuovo anno.

Se chiedete a qualsiasi cinese di accompagnarvi a tagliarvi i capelli dopo la chunjie, infatti, vi sentirete rispondere: ma sei matto? non vuoi bene a tuo zio?

“Che c’entra lo zio?” Molti si chiederanno.

Bene, lo zio è proprio il protagonista di questa tradizione popolare.

Secondo i cinesi infatti, andare dal parrucchiere durante il primo mese lunare del nuovo anno potrebbe causare la morte dello zio (materno).

正月里,不剃正月里剃头死舅(Zhengyue li, bu titou, zhengyue li titou si jiujiu), è il ritornello che si recita in queste circostanze, che letteralmente significa “durante il primo mese dell’anno non ci si deve radere il capo; [se] ti radi il capo durante il primo mese lunare, lo zio muore“.

capelli2

Sono moltissime le leggende riguardo questa particolare tradizione.

Tra esse, quella ritenuta più “affidabile” sembra attribuire questa usanza ad un’incomprensione, un errore.

Nel 1644, il primo anno di dominanza della Dinastia Qing (1644-1911), proveniente dalla Manciura (una terra la cui popolazione era allora considerata “barbara”), il nuovo imperatore emanò un editto che impose a tutti i residenti dell’impero di tagliarsi i capelli secondo il tradizionale taglio manciù, consistente nella rasatura totale del capo, fatta eccezione per un lunghissimo e sottile codino lasciato sulla parte posteriore del capo.

capelli3

Per la maggioranza della popolazione Han dell’epoca si trattava di qualcosa di inaccettabile che offendeva la tradizione millenaria cinese.

Da questo scaturirono numerose proteste popolari che presto sfociarono in una grande repressione da parte delle truppe imperiali.

Vista l’impotenza del popolo di fronte alle truppe imperiali, i cinesi Han incomiciarono ad adottare una forma di resistenza pacifica: quella di non tagliarsi i capelli durante il primo mese lunare del calendario cinese (che inizia con il capodanno cinese).

Il motivo per cui decisero di non tagliarsi i capelli era per ricordare/avere nostalgia del vecchio/passato (con riferimento alla Dinastia precedente, Ming, i cui imperatori erano Han e non “barbari” manciù). Ricordare/avere nostalgia del vecchio/passato, in cinese si dice 思旧 si jiu.

Questa usanza cominciò ad essere tramandata nel corso dei secoli, di regione in regione. Tuttavia, viste le enormi differenze linguistiche e di pronuncia tra le diverse regioni cinesi, il ‘思旧’ venne gradualmente interpretato come ‘死舅si jiu, stessa pronuncia del precendete ma con un significato completamente diverso: esso significa, infatti, “lo zio muore”.

Da questo errore/incomprensione è nata l’usanza, ancora in voga, dei cinesi di non tagliarsi i capelli durante il primo mese dell’anno lunare.

capelli4

Altre interpretazioni della leggenda vogliono che il motivo per cui durante il primo mese non si dovrebbero tagliare i capelli è perché il primo mese del nuovo anno è spesso dedicato al ricordo dell’anno passato: tagliarsi i capelli diventa dunque simbolo di “eliminare” il passato (prima del dovuto).

Comunque la si voglia vedere, l’importante è non tagliarsi i capelli! Poco tempo fa una news riguardo una gravissima lite tra un nipote e uno zio nella città di Changchun (nord-est del Paese), scaturita proprio perché il nipote si era tagliato i capelli, sfiorando il tragico, ha fatto il giro del web.

Un’altra interpretazione, più semplice e sempre basata su giochi di parole, deriva dal fatto che il carattere per capelli, fa, è anche lo stesso di “arricchirsi”, 发财 fa cai. Tagliare i capelli equivarrebbe a “tagliare la ricchezza” o “tagliare la fortuna”, qualcosa che nessuno vorrebbe ovviamente fare.

Il Consiglio AGIC, a nome di tutti gli zii, vi invita dunque a non tagliarvi i capelli per tutto il mese! 🙂

capelli5

Scritto da Alessio Petino per AGIC

alessio.petino@gmail.com

 

Vuoi scrivere un blog sul sito di AGIC? Scrivici a: consiglio@assogic.com

 

AGIC – Associazione Giovani Italiani in Cina

Seguiteci per rimanere sempre aggiornati!

qr

Seguiteci anche su:

www.assogic.com

Facebook: AGIC – Associazione Giovani Italiani in Cina
Twitter: agic_official
Instagram: AGIC_official

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi